VN Cultura

Pompei – Il Parco Archeologico pronto a riaprire

Un braccialetto al polso per permettere ai visitatori di muoversi in sicurezza, un’applicazione da scaricare sullo smartphone e dei droni che controlleranno dall’alto la città antica. Sono alcune delle misure che il Parco Archeologico di Pompei si appresta a mettere in campo, per poter riprire al pubblico nel pieno rispetto delle linee guida emanate dal Ministero della Salute, come spiegato, in un’intervista rilasciata all’ANSA, dal direttore generale del Parco Archeologico Massimo Osanna.

Nella prima settimana di riapertura, che potrebbe essere quella successiva al 18 maggio, saranno organizzati una serie di percorsi, tra anfiteatro e palestra, fino al quadriportico dei teatri. Oltre a questi sarà poi possibile visitare, nelle settimane successive, quando saranno disponibili i braccialetti, usa e getta, e l’applicazione, altre Domus scelte tra quelle che dispongono di un ingresso ed un’uscita.

Inoltre i visitatori, che giungeranno agli scavi, dovranno innanzitutto aver prenotato online e poi, prima di poter iniziare il tour, dovranno passare i controlli di sicurezza. Successivamente riceveranno il braccialetto al quale sarà associato il codice del biglietto e saranno, poi, invitati a scaricare l’app per ricevere indicazioni sul percorso da seguire.

Una riapertura del Parco Archeologico che tuttavia non è mai stato, in questo periodo di lockdown, chiuso totalmente ai visitatori che hanno potuto ugualmente, nelle scorse settimane, ammirare le sue bellezze online, sul canale Youtube del MiBACT. Visitando virtualmente i nuovi scavi della Regio V, grazie alle inquadrature realizzate da un drone e con una guida d’eccezione come il direttore Osanna.

Tags

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close