CittàCronacaNolaVN Notizie

Area Nolana – Colpo al clan Sangermano: 25 arresti, imponevano l’acquisto di prodotti caseari ed edili

In ginocchio il clan Sangermano con base a San Paolo Belsito, a seguito dell’operazione anticamorra, questa mattina all’alba, coordinata dalla Dia e dai carabinieri di Castello di Cisterna. 25 le ordinanze di custodia cautelare in carcere che hanno portato allo smantellamento del clan egemone in tutta la zona dell’agro nolano, fino alla provincia di Avellino.

Un clan che deteneva il potere su tutto attraverso riciclaggio, l’illegale esercizio della professione creditizia e la concorrenza illecita esercitata attraverso l’uso delle armi, di cui nei fascicoli viene accertata l’ampia disponibilità in seno al gruppo criminoso.

Affari estorsivi attraverso l’imposizione all’acquisto di latticini e salumi a numerosi esercizi commerciali della zona, mentre agli imprenditori veniva richiesto l’acquisto di provviste per l’edilizia da una sola rivendita di riferimento. Attività di indagine svolta dal 2016 fino al 2019 che ha portato anche ad un decreto di sequestro preventivo, per un valore di circa 30 milioni di euro, su immobili (terreni e fabbricati), società, autovetture e rapporti finanziari.

L’incombente presenza del clan in zona aveva suscitato scalpore già nel 2016 quando a balzare agli onori della cronaca fu il parroco di San Paolo Belsito, don Ferdinando Russo, che nel corso della processione patronale aveva abbandonato la cerimonia religiosa quando i portantini dell’effigie della Madonna del Rosario, decisero arbitrariamente di fermare il corteo e girare la statua verso l’abitazione dei Sangermano con conseguente inchino in omaggio al boss. Un gesto, quello del parroco di rivolta e diniego assoluto, per ribadire con fermezza “l’oltraggio” della camorra in un momento di fede.

Tra gli arresti anche quello di Agostino e Nicola sangermano, considerati vertici dell’organizzazione. Gravi i reati contestati tutti con l’aggravante mafiosa. Durante le perquisizioni sequestrati 90 mila euro in contati.

Articoli correlati

Back to top button