Cronaca

Angri – Tariffe palestre – Confronto aperto

Polemica aperta ad Angri per la questione tariffe raddoppiate per l’utilizzo delle palestre comunali. Una decisione che fa discutere dal 28 aprile scorso, quando l’esecutivo ha deliberato per il forte aumento per far fronte ai costi di mantenimento e funzionamento. Costi che per le associazioni sportive cittadine appaiono insostenibili e privi di ogni logica spiegazione. Forse nella quadra redazionale del Bilancio, sarebbe stato necessario inserire somme in entrata maggiori, caricando sui fitti degli impianti sportivi. Ora con la stagione agonistica e con le attività pronte a partire, la maggioranza cittadina prova a rivedere quando deciso dalla giunta, provando a ricercare soluzioni capaci di permettere alle associazioni di operare e sopravvivere.

Ad oggi gli impianti che risultano gestiti da associazioni sono la palestra del 2° circolo, il campetto di via Cristoforo Colombo, le palestre Galvani e 1° circolo di recente affidamento. A seguito di una procedura aperta, la galvani è stata affidata alla Angri pallacanestro, mentre quella del primo circolo ad Evoluzione Danza. I primi dovranno effettuare lavori per 100mila euro con un canone annuo di quasi 7000, i secondi investiranno in lavori oltre 57 mila euro. Per la palestra del primo circolo resta da capire se è stata effettuata la variazione d’uso da scolastica a polivalente.

Restano disponibili per i servizi a domanda individuale solo lo stadio Novi, mentre inagibili sono la palestra Taverna e il campo del Cimitero Vecchio.

Le nuove tariffe andranno in vigore da ottobre. A vantaggio delle associazioni, che praticano attività senza iscritti a pagamento, per il costo degli allenamenti è stata confermata l’agevolazione della tariffa ridotta ma raddoppiata da 5 a 10 euro per ogni ora. Per le altre attività con iscritti a pagamento tutti i costi sono stati raddoppiati da 12 a 24 euro.

Ora è iniziata la corsa contro il tempo. La maggioranza deve trovare una soluzione perché il caro tariffe finirebbe per gravare sulle rette mensili dei singoli atleti, finendo per allontanare i giovani dalla pratica sportiva.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto