Cronaca

Angri – Si dimette l’assessore De Cola. Cinque consiglieri dettano le condizioni

Condizioni, azioni, bilancio, futuro politico dell’amministrazione ferraioli ad Angri. Quattro step che metteranno alla prova giunta e consiglieri fino a giugno, quando si tireranno le somme. Questo in sintesi le condizioni dettate da cinque esponenti di maggioranza: Rita Amarante, Roberto Falcone, Carmen Fattoruso, Gianluca Giordano e Alfredo Pauciulo, nel ribadire il totale sostegno all’amministrazione Ferraioli, hanno evidenziato in una nota, ”la mancanza di comunicazione interna e di raccordo tra le scelte politiche fatte nei vari settori dell’amministrazione cittadina; scelte che avrebbero trascurato le linee di visione strategica per la città”. Per rilanciare l’azione amministrativa il gruppo di consiglieri appartenenti a raggruppamenti civici, hanno rimesso nelle mani del sindaco le deleghe e il mandato dell’assessore Anna De Cola. Un passo importante attuato prima di dettare le condizioni fondamentali per il raggiungimento e l’attuazione di alcuni punti programmatici da raggiungere a breve e medio termine.

Ambiente, con un maggior controllo sulla gestione della Angri Eco Servizi. Riduzione degli sprechi incidenza tari sulle famiglie meno abbienti.

Bilancio preventivo con una maggiore collegialità nella stesura del documento economico.

Stadio Novi, lavori di rifacimento, riduzione delle tariffe a domanda individuale per i servizi sportivi già nel prossimo bilancio di previsione.

Regolamentazione dell’iter burocratico per lo svolgimento di manifestazioni culturali ed eventi di massa; Riapertura della Biblioteca comunale;

Creazione dell’Ufficio Europa per accesso diretto ai Fondi comunitari per lo sviluppo economico, sociale e culturale della città; wi-fi libero per il territorio comunale;

Totale gestione in house del servizio di riscossione dei tributi locali.

Totale gestione in house dei servizi cimiteriali, con il Comune unico soggetto detentore dei servizi.

Condizioni giudicate prioritarie per portare a compimento il mandato affidato dai cittadini nell’ultima tornata elettorale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto