Cronaca

Angri – Settori, tra proroghe e conferme

Un nuovo assetto organizzativo dei settori comunali; un nuovo modello amministrativo per conseguire gli obiettivi prefissi puntando ad un risparmio di spesa. Dall’annunciato piano ri-organizzativo alle delibere di Giunta e ai decreti sindacali, che hanno aperto una zona temporale di transizione, fino alla definitiva entrata in vigore del nuovo assetto delle Unità Operative Complesse.

Avvocatura, Affari generali e Promozione, Sviluppo e Gestione territoriale, Lavori Pubblici e Patrimonio, Programmazione e Risorse, Polizia locale. La nuova struttura diventerà operativa dopo le nomine dei responsabili, nel frattempo è stata prorogata fino al 15 febbraio il precedente organigramma con gli attuali responsabili.

Ad oggi due sono stati i decreti sindacali di nomina con le riconferme di Vincenzo Ferraioli allo Sviluppo e Gestione del territorio, e di Antonio Pentangelo all’Avvocatura.

Ora parte la corsa alle poltrone. L’accorpamento di alcuni settori dovrebbe coincidere anche con la non conferma dell’incarico per alcuni capi settori uscenti. La scelta dei responsabili di settori potrebbe essere di espressione politica, e fino ad oggi, dall’insediamento di luglio scorso, l’amministrazione Ferraioli, ha modificato ed agito, rispetto alla passata amministrazione, solo su tre settori, intervenendo anche prima della scadenza del decreto.
Con molta probabilità ci saranno delle novità, e molto dipenderà anche dal rispetto del patto di stabilità, perché la Giunta penserebbe ad un dirigente esterno se i conti lo permetteranno.

In attesa delle risultanze contabili che dovrebbero confermare la regolarità dei conti, tutto resterà invariato fino al 15 febbraio, ma non si escludono sorprese anche sul piano politico, con qualche cambio che potrebbe avvenire anche in Giunta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close