Cronaca

Angri – Giunta, si dimette l’assessore Avagnano

Ancora dimissioni, ancora un assessore che lascia l’incarico e la giunta Ferraioli. Un esecutivo che segna la terza uscita in meno di un anno dall’insediamento, facendo intuire le difficoltà dei singoli nel gestire gli incarichi, quelle di un sindaco che è costretto a scrivere decreti di nomine in maniera frequente. All’inizio erano sei, con Maria Rosaria De Clemente assessore all’Ambiente, sostituita da Marta Pepe, a sua volta sostituita da Maria D’Aniello. Delega all’ambiente affidata al superassessore Caterina Barba che già lavora su Pubblica Istruzione e Cultura. Adesso la rinuncia di Danilo Avagnano che gestiva le deleghe alla Polizia locale, Cimitero, Patrimonio, Personale, Sport e Manutenzione. Un sovraccarico di impegni che lo avrebbero costretto a dimettersi. Una decisione che già aleggiava da qualche settimana, e che ieri sera ha trovato conferma. Il sindaco ha cercato di convincere Avagnano a ritornare sui suoi passi, senza successo. Tentativo fallito e dimissioni protocollate.
Alla motivazione di problemi personali, allo stress per conciliare le esigenze di azione legate alle deleghe detenute, ai settori delicati come il cimitero e la polizia locale. Una situazione difficile da gestire, complicata da svolgere, malgrado le competenze e le capacità.
Adesso il gruppo politico intorno all’ex assessore, dovrà incontrarsi per proporre un nome al sindaco, che rappresenti  la giusta sintesi tra gli elementi che hanno lavorato in campagna elettorale a sostegno di Cosimo Ferraioli.
Al di là delle ragioni che hanno portato Avagnano alle dimissioni, appare chiaro un problema di tenuta dell’amministrazione, che vive continue fasi transitorie, con cambi e avvicendamenti che rallentano i progetti di una politica che viaggia a due velocità, con quella degli uomini che non riesce a tenere il passo delle idee, portando all’esterno, alla gente, all’opinione pubblica in genere, uno stato di debolezza ed incertezza, che vanifica quel poco che si è fatto o si sta tentando di realizzare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto