Cronaca

Angri – Debiti certi: chiesto un prestito per 3,5 mln

Garantire copertura economica per i debiti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2014. E’ la nuova missione dell’ufficio ragioneria del Comune di Angri, che lotta quotidianamente con le cifre in rosso, e con gli impegni economici che l’Ente deve mantenere per la copertura di fatture o richieste di pagamento, ma anche per debiti fuori bilancio che sono stati riconosciuti alla data del 31 dicembre 2014, anche se riconosciuti in bilancio in data successiva, inclusi anche quelli contenuti nel piano di riequilibrio finanziario pluriennale, approvato con delibera della sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.

Una serie di dettami burocratici per consentire ai Comuni in difficoltà di far ricorso alla Cassa Depositi e Prestiti per ottenere prestiti trentennali, per bilanciare i conti, pagare le spese, e utilizzare a pieno le entrate per la gestione corrente. Dunque una manovra intelligente che permette al Comune angrese di respirare e di pianificare, con disponibilità di cassa, le azioni amministrative.

L’entità del prestito richiesto è di 3.509.000 euro, con richiesta accordata il 26 novembre scorso, e non ha niente a che fare con la vicenda Imu, relativa ai tributi 2012, e agli avvisi emessi dall’Ente qualche mese fa. Gli annulli di numerose cartelle sono indipendenti e il prestito ottenuto non serve per coprire gli eventuali ammanchi in relazione al bilancio, ma alle spese riconosciute a far data del 31 dicembre del 2014.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close