Cronaca

Afragola – 400 alberi rubati in terreno confiscato al clan Moccia

Quattrocento alberi da frutta sono stati rubati dall’interno di un terreno confiscato di Afragola e dato in uso ad una cooperativa sociale. Il furto è stato denunciato dal legale responsabile della struttura ai carabinieri che hanno avviato le indagini.

«Chiunque si sia macchiato di questo vile attacco deve sapere che non arretreremo di un millimetro rispetto al nostro impegno per la legalità e per il riutilizzo per scopi sociali dei beni confiscati alla camorra dallo Stato». E’ quanto affermato dal sindaco, Domenico Tuccillo, esprimendo la propria solidarietà al Consorzio Terzo Settore, assegnatari della ex masseria Magliulo da cui sono sparite nella notte 400 piante di mela annurca.

Anche la Commissione Speciale Anticamorra e beni confiscati della Regione Campania, manifesta piena solidarietà ai responsabili dell’ex masseria Magliulo, bene confiscato al clan Moccia, e intitolato ad Antonio Esposito Ferraioli, sindacalista ucciso dalla camorra negli anni Ottanta.

“Siamo di fronte all’ennesimo triste episodio che testimonia la necessità di accompagnare in ogni loro passo i percorsi di recupero e riutilizzo dei beni confiscati – sottolineano Mocerino, Amato e Viglione – un gesto inaccettabile al quale seguirà una pronta risposta da parte delle istituzioni”.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close
Inline
Inline