Cronaca

Campania – Dossier DIA: 110 i clan di camorra

Sono 110 i clan di camorra diffusi ed operanti sul territorio della Campania; una rete, a cui fanno da contesto il quadro di realtà criminali minori e le collaborazioni con gruppi di etnia straniera; collaborazioni di portata transnazionale legate agli stupefacenti, alle armi, ai rifiuti, alla contraffazione e al riciclaggio, con cui si alimentano i mercati criminali.

E’ uno dei passaggi del dossier della Direzione investigativa antimafia, che traccia l’identikit della nuova camorra. Una organizzazione, è scritto, che si è insediata in molteplici settori produttivi del Paese, con un’attenzione particolare verso alcune attività che rappresentano le eccellenze della produzione.

In specifico, i clan hanno dimostrato di potersi infiltrare anche al di là della Campania in altre regioni, inserendosi in vari ambiti economici ed amministrativi. E sono clan, si aggiunge nella relazione, che sono in grado di attrarre figure imprenditoriali sempre più compenetrate nelle attività funzionali all’economia criminale.

In un altro passaggio, la relazione della Dia sottolinea come la camorra esercita ancora una particolare capacità di condizionamento culturale, verso i ceti più deboli della popolazione, ponendosi come punto di riferimento unitario e alternativo allo Stato.

Focalizzato nel dossier il ruolo assunto in Campania dai clan che operano come un soggetto economico di operare sul mercato legale per acquisire una posizione dominante, se non monopolista di attività economiche. La relazione rappresenta la realtà dei clan attivi nell’area metropolitana ad est di Napoli, con obiettivo puntato sull’area nolano-vesuviana; area in cui sono insediati da tempo i clan Cava, Moccia, Fabbrocino, Di Domenico, Marotta.

Sono clan consolidatosi, dopo l’implosione del clan Russo, con l’arresto dei capi del sodalizio criminoso. Tra le attività illecite e imprenditoriali, in cui operano, figurano quelle collegate con l’edili<zia e la produzione di calcestruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto