Cronaca

Turisti in crescita, bene il Parco di Paestum

Un Italia turistica. Una nazione museo a cielo aperto, con il numero di turisti in crescita. E’ stato un 2015 da record, con i siti archeologici e museali della Campania, che hanno registrato un aumento esponenziale di presenze. Il Ministero dei Beni Culturali fotografa un complessivo trend di crescita, con la Campania che conquista il secondo posto dopo il Lazio con oltre 7 milioni di visitatori ai siti museali.

E’ quanto emerge dal report sui musei della Campania redatto dal ministero per i Beni culturali. Per gli Scavi di Pompei, un aumento del 12%. Nella Reggia di Caserta un incremento del 16%, così come in aumento le presenze al Museo Archeologico di Napoli, agli Scavi di Ercolano e agli Scavi di Paestum.

E proprio nel parco archeologico di Paestum il direttore Gabriel Zuchtrigel, traccia il bilancio di un anno, malgrado sia alla guida del parco da soli due mesi. Superati i 300mila visitatori; un segnale incoraggiante e di buon auspicio per i prossimi anni, nei quali si lavorerà per il decollo definitivo di Paestum.
Lo spazio e le potenzialità per un incremento notevole ci sono, questo crede Zuchtriegel. Dall’apertura dei templi ai visitatori fino al sito internet. I primi passi sono già stati fatti, con un miglioramento del servizio di pulizia, oggetto di frequenti lamentele nel passato. Ora il Parco Archeologico di Paestum sta lavorando su un progetto di mostra intorno ad alcune lastre dipinte da una tomba pestana, recuperate dai Carabinieri e attualmente esposte a Roma, destinate a tornare a Paestum prossimamente.

Articoli correlati

Rispondi

Close