Cronaca

Terzigno – Antincendio boschivo ed impegno della Regione

Dalla paura alla conta dei danni. A Terzigno è ancora viva l’ansia e l’apprensione per i tanti focolai di incendi che hanno distrutto una gran parte della pineta vesuviana. Tre giorni di fuoco che hanno tenuto in apprensione la popolazione, e impegnato le squadre intervenuto per domare le fiamme. Vigili del fuoco, Protezione civile, elicotteri e canadair. Uomini e mezzi impegnati per avere ragione delle fiamme, che sembrerebbero essere di origine dolosa.

Coinvolta un’ampia area ricadente nel parco nazionale del Vesuvio, un patrimonio arboreo in una zona unica e sotto tutela. Spento il fuoco, si analizza il territorio per capire l’origine dei focolai, per tracciare un bilancio dei danni, per capire come intervenire per il recupero ambientale, per aumentare il livello di prevenzione, per impiegare al meglio le risorse disponibili.

Di tutto questo si è discusso questa mattina a Terzigno, in un incontro con la stampa convocato dal sindaco Ranieri, con la presenza del presidente dell’ente parco Agostino Casillo e del vice questore aggiunto del,corpo forestale dello stato Antonio Lamberti.

[iframe id=”https://drive.google.com/file/d/0ByzGQ0N1neJBSldRVndxTjh3YXM/preview” align=”center” mode=”normal” autoplay=”no” maxwidth=”640″]

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close