Cronaca

Striano – Sequestrato opificio clandestino, denunciata una cittadina cinese

Continua l’attività delle forze di polizia contro il fenomeno della produzione e della distribuzione di merce contraffatta e opifici clandestini nella zona vesuviana.

E’ stata denunciata a Striano una cittadina cinese, titolare di un opificio, che aveva a libro paga lavoratori non in regola con le norme riguardanti la previdenza e l’assistenza sul lavoro, con dipendenti che erano non solo sprovvisti del permesso di soggiorno, ma erano costretti a turni interminabili, costretti a lavorare in ambienti con gravi carenze igienico-sanitarie e senza disposizioni di sicurezza sul lavoro.

I carabinieri di Striano, i finanzieri di Torre Annunziata e i carabinieri del nucleo tutela lavoro, hanno disposto i sigilli all’opificio, insieme a 27 macchine per cucire, una stiratrice ed una pressa per bottoni. Sono state contestate violazioni per un totale di 90mila euro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close