CronacaPolitica

Nola – Consiglio: maggioranza assente, salta la seduta

Manca la maggioranza, e ancora una seduta di Consiglio comunale a Nola salta per mancanza di numero legale. Un Consiglio comunale straordinario in doppia convocazione, con all’ordine del giorno la ratifica della variazione al bilancio di previsione 2015, il riconoscimento del debito del lodo esecutivo di Campania Felix, e l’istituzione della Centrale Unica di Committenza, obbligatoria dal mese di novembre, che sarà condivisa tra i comuni dell’Area nolana e l’Agenzia. Si dovrà attendere la seduta di domani per valutare la discussione e la votazione dei capi.

Dunque l’Agenzia Locale per lo Sviluppo dell’Area nolana, ritorna ad assumere ruoli primari a supporto delle amministrazioni comunali che la compongono. La Centrale Unica di Committenza è obbligatoria per tutti i comuni. Si tratta di una forma di accentramento della gestione delle gare ad evidenza pubblica, introdotta dal legislatore per razionalizzare la spesa pubblica.
La ratio della norma è quella di eliminare i costi inutili connessi alla frammentazione tra i piccoli Comuni della fase procedimentale di acquisizione di lavori, servizi e forniture. Da qui la necessità un soggetto che rappresenti più Enti. Dalle province ai comuni capoluogo, dalla Soresa della Regione Campania alle Unioni di Comuni, ad un soggetto aggregatore, nel caso specifico dell’Agenzia, al Consip e al Mepa.

Per i Comuni con popolazione inferiore ai 10mila abitanti, la CUC è obbligatoria per qualsiasi forma di spesa, mentre per i Comuni con popolazione superiore ai 10mila abitanti la CUC è obbligatoria con la possibilità di poter spendere al di sotto dei 40mila euro, motivando e giustificando l’azione.

Al di là dei punti da approvare, resta il dato politico di una maggioranza che stenta a ritrovarsi e a far fronte comune. Una situazione che evidenzierebbe una spaccatura interna, che continua a persistere, palesando una debolezza intorno al sindaco Biancardi, che deve contenere gli opposti personalismi che alimentano contrasti interni e fibrillazioni, che rendono instabile la squadra di governo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close