Cronaca

Saviano – Incendio fabbrica di cera: ingenti i danni

Un incendio di vaste proporzioni ha distrutto una fabbrica di cera a Saviano. Una giornata di intenso lavoro per le squadre dei vigili del fuoco impegnate per domare le fiamme alimentate dalla cera presente nella cereria Nappi, situata all’interno dell’agglomerato industriale Basile.

Cinque squadre dei vigili del fuoco hanno lavorato per tutta la giornata di ieri, l’intera notte e parte do oggi , per avere ragione dei focolai ancora attivi all’interno del capannone. Il rogo ha sprigionato un’intensa nube nera  rendendo l’aria irrespirabile per la plastica bruciata, fumo che sospinto dal vento ha interessato l’intero abitato di Saviano.

Caschi rossi dei comandi provinciali di Napoli, Avellino  e Benevento sono stati impegnati per arginare l’incendio. Interessati dal rogo altre tre attività commerciali, ospitate nei capannoni adiacenti la cereria, per danni quantificati in ottanta milioni di euro. Questa mattina sul posto si sono recati anche i tecnici dell’Arpac che hanno monitorato l’aria definendo i livelli di inquinamento entro i limiti di norma.

Sul posto anche carabinieri e polizia che hanno predisposto un’indagine per appurare l’origine del rogo; per definire la causa scatenante l’incendio in una ditta che non aveva copertura assicurativa né impianti antincendio.

Tags

Articoli correlati

Close