VN Cultura

Sant’Anastasia – “Strade da amare”: il flash mob

Diffondere l’educazione stradale coi mezzi moderni e con quello più attuale del momento, il falsh mob. Alle 11,50 in via Arco sembra tutto normale, solito moderato traffico, numerosa presenza di cittadini e turisti mordi e fuggi che visitano il Santuario della Madonna dell’Arco. A sorpresa, da vari punti dei luoghi lì intorno, spuntano ragazzi con cuffie, vigili baby, gruppi con cartelli e striscioni tutti inerenti l’educazione stradale.

Pochi minuti e 50 di loro occupano l’intera area antistante il Santuario mariano e la sede stradale, tra la curiosità generale: alle 12 in punto parte la musica, via ad un flash mob di tre minuti.

Volutamente non pubblicizzato come ora e luogo, basato sull’effetto sorpresa, puntualmente registrato da un gruppo di fotografi, con tanto di drone per riprese aeree, il flash mob termina con l’arrivo e l’esposizione ai presenti di un grande cartellone con la scritta “mimuovoinsicurezza”.

Rientrante nei due eventi “Strade da Amare in tour”, messi in programma dall’Amministrazione per oggi e per il primo ottobre prossimo, il flash mob è stato realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo I.C. “Elsa Morante” con la coreografia di Emiliana Esposito e l’orario, le 12, è lo stesso scelto dai dieci comuni che hanno aderito all’iniziativa del concorso ministeriale per promuovere fra gli studenti una nuova cultura della sicurezza stradale.

Presenti il Sindaco Lello Abete, il consigliere comunale Marco Bove, delegato all’evento, la Dirigente dell’I.C. Morante ed alcuni docenti, la P.M. a tenere a bada il traffico a monte ed a valle di via Arco, l’artista Giovanni “La Macchia”, tutto si è svolto senza intoppi, per la gioia dei protagonisti e la soddisfazione degli organizzatori.

Tags

Rispondi

Close