Cronaca

Sant’Anastasia – Ossa umane spuntano da cantiere in via Arco

A Sant’Anastasia, durante i lavori di scavo per ripristinare il luogo dove era situata la Q8 in via Arco, di recente smantellata, sono venute alla luce ossa umane. Da una prima analisi, si tratterebbe di resti databili oltre 70 anni fa.
Gli operai hanno continuato lo scavo fino a tarda sera, con l’ausilio di illuminazione artificiale, portando fuori un femore, oltre ad altre ossa già raccolte in precedenza in uno scatolo.
Presenti sul posto, Il sindaco, il medico legale, i carabinieri al comando di Francesco Russo e il tenente della Polizia Municipale Antonio Carotenuto, il quale ha affermato “sono esterrefatto, è un caso fortuito che hanno riaperto il sito e scavato di nuovo. Infatti si sentiva ancora odore di benzina e per questo hanno dovuto riscavare per eliminare il problema. Da questo secondo scavo è uscito fuori il tutto. Sembra sia uno solo il soggetto cui appartengono le ossa e sembra siano antiche. Sicuramente quando ero piccolo, ha concluso Carotenuto, lì già c’era la Q8. Speriamo che possano continuare i lavori, mentre la giustizia farà il suo corso’.
Intanto, l’area interessato allo scavo non è stata sottoposta a sequestro.
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close