Politica

Sant’Anastasia – Al centro polifunzionale “Liguori” riprendono le attività

Il Centro Polifunzionale “G. Liguori”, sito in via S. Giuseppe, sarà riaperto mercoledì prossimo a tutte le attività e laboratori portati avanti dalle associazioni di volontariato a favore di soggetti diversamente abili e minori in disagio sociale.

E’ quanto verbalizzato nel corso di un incontro tenutosi ieri sera presso la Sala Giunta, presenti il Sindaco Lello Abete, gli ass.ri Fernando De Simone e Cettina Giliberti, il consigliere comunale Alfonso Di Fraia, la responsabile di P.O. Margherita Beneduce e le associazioni UICI, Solidarte, Qua la Mano, MIR, Annabella, Real Vesuviana, con i relativi responsabili Giuseppe Fornaro, Patrizia Pota, Luigi Cerotto, Maria Maione, Giustina Maione e Antonio Maione.

L’intento principale dell’assessore Giliberti è stato quello di approfondire i programmi presentati da ciascuna associazione e di favorire la cooperazione tra le associazioni che operano nel Centro, specialmente in quei laboratori ove le attività sono comuni, puntando ad un utilizzo razionale e funzionale degli spazi del Centro, nonché del pullmino.

Le associazioni hanno assicurato la ripresa delle attività per mercoledì prossimo e la condivisione degli indirizzi dell’Amministrazione, nonchè di cercare tra loro gli accordi sull’utilizzo contemporaneo di alcune aule, ad es. nel corso di laboratori come quello di manipolazione, rivolto a circa 25 soggetti non vedenti e diversamente abili. Anche per il laboratorio di autonomia ed il punto di ascolto saranno concordate azioni comuni e l’utilizzo di aule punto di riferimento per tutti.

“La Commissione appositamente nominata in Consiglio Comunale sta lavorando, anche se finora non sono state trovate soluzioni alternative valide, e attendiamo la loro relazione in merito. In seguito convocherò il CC, che adotterà la decisione finale. Nel caso dovessimo destinare parte del Centro Liguori a Caserma – afferma il Sindaco, Lello Abete – sono ovviamente disponibile a sostenere le associazioni che vi operano in tutte le loro richieste, sia per lavori da fare per migliorare i luoghi, sia per ricavare aule, in modo che l’utenza sia tutelata nella socializzazione, orientamento formativo, superamento delle barriere del disagio e quant’altro loro garantito negli anni grazie al lavoro delle associazioni ed il sostegno dell’Ente. E’ importante il lavoro svolto dall’assessore Giliberti nell’approfondire le progettualità delle associazioni e nel favorire la cooperazione tra loro. Attualmente non posso prendere impegni, ma non escludo che a medio termine si potrà individuare o realizzare una struttura molto più ampia e bella da destinare a Centro polifunzionale”.

Tags

Rispondi

Close