Cronaca

Salerno – Asl, doppie indennità, danno per 2,8 mln

Doppie indennità pagate dalle Asl campane ai medici convenzionati, malgrado nel 2005 fosse intervenuto un accorpamento della indennità di continuità assistenziale ai compensi lordi omnicomprensivi. Insomma per oltre 10 anni, dal 2004 ad oggi, in busta paga, le ex guardie mediche, si sono ritrovati tale compenso.

Dall’indagine su scala regionale, ora emergono i dettagli relativi alle singole aziende sanitarie locali.

A Salerno il nucleo di polizia tributaria, ha segnalato alla Procura regionale, un danno erariale di 2,8 milioni di euro, e 26 soggetti che hanno rivestito ruoli apicali in Regione Campania, all’Asl di Salerno e nelle disciolte Asl Sa1, 2 e 3, secondo i rispettivi profili di responsabilità amministrativa.

Le ricostruzioni investigative avrebbero permesso di verificare che l’indennità di continuità assistenziale non era più dovuta, in base all’accordo collettivo nazionale del 23 marzo 2005, sostituita dai compensi lordi omnicomprensivi. Ma negli anni la voce non è stata depennata dalle buste paga, tanto da essere indebitamente elargita.

Dunque sarebbe stato attuato un comportamento dannoso da parte degli organi apicali delle asl salernitane e della Regione Campania, attraverso l’illegittima erogazione di indennità.

Di 2,8 milioni di euro il danno contestato ai 26 soggetti segnalati alla Corte dei Conti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close