Politica

Pompei – Consiglio, migrazioni in minoranza, Uliano va avanti

Mattinata di Consiglio comunale a Pompei, mattinata di conferme politiche per alcuni consiglieri di maggioranza in rotta con il sindaco Uliano. E’ stato l’epilogo di una settimana di pesanti confronti, di richieste di rimozione di assessori, di raccolta firme per la sfiducia del primo cittadino, del ripensamento di Malafronte, che per il bene della città, si è messo al fianco del primo cittadino, garantendo i numeri minimi per poter continuare il suo lavoro. ”Un lavoro fatto di bonifica e di ripristino della legalità”, così come dichiarato dal Uliano in una nota stampa. Ametrano, De Martino e Cirillo, avrebbero confermato la scelta, abbandonando l’aula durante i lavori consiliari. All’ordine del giorno alcuni debiti fuori bilancio, la salvaguardia degli equilibri di bilancio e la ricognizione sullo stato di attuazione.

Capi votati, ma resta una situazione politica incerta, con il sindaco che va avanti malgrado l’indebolimento della sua maggioranza. Uliano non rimpiange il sostegno dei consiglieri che hanno deciso di abbandonare la sua maggioranza. Si sente ”un sindaco libero”, come ha puntualizzato nella nota, ”e continuerà a farlo a testa alta, senza scendere a compromessi sulla legalità dell’azione amministrativa”.

Per Uliano ”Pompei sta vivendo un’emergenza democratica ed invita tutti a mantenere alta la guardia perché all’orizzonte si profilano tempi bui”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close