VN Cultura

Pompei – Bohème: soprintendente, non siamo responsabili cattiva gestione inviti

”La Soprintendenza, nell’esprimere forte rammarico per gli incresciosi episodi verificatisi ieri in occasione della rappresentazione de la Bohème al Teatro Grande di Pompei, ribadisce di non essere stata informata sulle modalità di distribuzione degli inviti e di non avere alcuna responsabilità sull’accaduto”.

Con un comunicato stampa che non lascia spazio ad interpretazioni, il soprintendente di Pompei, Massimo Osanna, si tira fuori dalle polemiche scoppiate ieri sera, all’ingresso del Teatro Grande, prima della messa in scena del capolavoro di Puccini.

E’ stato il sindaco di Pompei, Nando Uliano, in una conferenza stampa improvvisata all’ingresso del Teatro, a protestare perchè i suoi invitati, 350 studenti e 50 anziani, all’ultimo momento non hanno trovato posto.

L’episodio lascerà sicuramente il segno, malgrado gli sforzi distensivi messi in campo dalla stessa Soprintendenza, che ha cercato di recuperare il dialogo con il Comune di Pompei.

Nel confermare la disponibilità data al Maestro Veronesi –  si legge ancora nella nota – per le rappresentazioni in corso, in considerazione e in omaggio alla sua reputazione internazionale, il nostro obiettivo è di avviare, per la prossima stagione, una programmazione stabile di elevata qualità con enti e fondazioni di alto profilo, che faccia di Pompei un palcoscenico di cultura internazionale per un’offerta di fruizione diversificata che poche realtà come l’area archeologica di Pompei sono in grado di offrire

Tags

Rispondi

Close