Politica

Nola – Videonola “prezzolata”: l’ultima considerazione del sindaco Biancardi

Attacchi verbali. Essere definiti prezzolati in pubblico ed in maniera gratuita, sono atteggiamenti incomprensibili da parte di un sindaco che prova ad ostacolare la libera informazione, a condizionare il racconto dell’attività amministrativa di un’amministrazione che non comunica più.

Un bavaglio virtuale al giornalismo per la gente, per continuare ad informare in maniera obiettiva e libera da vincoli, anche quando esistevano convenzioni che significano lavoro e non essere dalla parte del potere.

Strali verbali che si sono ripetuti in più occasioni, che hanno mortificato in pubblico tecnici e giornalisti, affermando pensieri e azioni che sono lontani dalla linea editoriale della nostra testata.

Amarezza ma anche comprensione umana, verso un primo cittadino che sembra aver perso la serenità, la valutazione dei momenti  e delle azioni, che lo portano ad eccedere in un ruolo che dovrebbe essere garantista anche delle minoranze, essendo il sindaco dell’intera città e non di una parte di essa.

Speriamo che la ragione e il buon senso possa tornare ad essere la caratteristica comportamentale di un uomo serio e stimato professionista, prestato alla politica, che fagocita, trasforma e condiziona, alterando rapporti che vanno al di là del momento storico attuale. Eleganza e rispetto dei ruoli pur non condividendone l’azione o il pensiero, sarebbe la strada da intraprendere.

La democrazia vuole una informazione libera che comunichi la vita amministrativa di una città, dove una opposizione ritrovata, dopo anni di silenzi, provi ad evidenziare anomalie e perplessità che la città deve sapere, che i cittadini devono conoscere per valutare e giudicare.

Articoli correlati

Rispondi

Close