Cronaca

Nola – Raccolta rifiuti: assunzioni sotto controllo, indaga l’Inps

Assunzioni alla Button nel mirino degli ispettori dell’Inps. A seguito di un’indagine su appalti pubblici e sul lavoro nero, gli 007 dell’istituto di previdenza, avrebbero analizzato le posizioni contributive di 30 operai stagionali, che avrebbero svolto il servizio di raccolta e smaltimento nell’estate 2013. Operai che sarebbero stati convocati e ascoltati dagli ispettori con la presenza di alcuni rappresentati delle forze dell’ordine di Pordenone.

Dalle risposte prodotte dagli operai sarebbero emerse delle incongruenze tra quanto ricevuto come paga mensile e quanto attestato dalle buste paga. Per stipendi di 700 euro né sarebbero stati pagati ufficialmente 1400. Inoltre sarebbe stato appurato il pagamento di straordinari per lo spazzamento di piazza d’Armi dopo il mercato settimanale, riportato in busta paga e che non sarebbe stato mai ricevuto dagli operai. Inoltre alcuni addetti allo spazzamento sarebbero stati utilizzati dietro gli autocompattatori, senza essere sottoposti alle vaccinazioni obbligatorie.

Ma non sarebbe tutto. Particolari al vaglio degli investigatori sarebbero legati alle modalità di assunzione dei 30 stagionali, avvenute attraverso una ipotetica chiamata diretta su presunte segnalazione da parte di alcuni amministratori locali. Ombre che offuscherebbero le attività politiche e quella ipotesi di clientelismo che minimizzerebbe il buon lavoro svolto per garantire igiene e vivibilità alla città, legata alla raccolta differenziata e ai buoni livelli raggiunti.

Articoli correlati

Rispondi

Close