CronacaPolitica

Nola – Nuova bufera giudiziaria in Comune, coinvolti politici, imprenditori e dirigenti

Ancora una vicenda giudiziaria estiva si è abbattuta sul comune di Nola. Da Mandatopoli alle nuove richieste di arresto formulate dalla procura nolana nei confronti di imprenditori, politici, dirigenti ed ex assessori. E’ stato il procuratore capo Paolo Mancuso a coordinare l’inchiesta e ad emettere le richieste di arresto per Antonio Mercogliano, già coinvolto in Mandatopoli, con processo ordinario in corso, per l’attuale presidente del consiglio comunale Saverio Barone, all’epoca dei fatti assessore alla pubblica istruzione, per Antonio Mauro, componente di una cooperativa, e per un dirigente comunale. Risultano indagati per irregolarità nelle procedure negoziate, concorso, truffa e concussione. Nel totale sono 25 le persone coinvolte a vario titolo.

La richiesta di arresto è stata formulata il 18 luglio scorso, mentre il gip Enrico Campoli l’ha respinta il 28 luglio, motivando tra l’altro, il mancato interrogatorio degli indagati. Consequenziale il ricorso al Tribunale del Riesame con udienza fissata il 22 ottobre presso la 12a sezione penale collegio D. Da qui la possibilità per gli indagati di essere ascoltati e sono stati notificati una serie di decreti, indirizzati a dirigenti ed impiegati comunali, che annunciano le date degli interrogatori.

Al centro dell’inchiesta alcuni lavori di manutenzione che sarebbero stati effettuati presso l’asilo comunale; lavori i cui costi sarebbero stati gonfiati, in rapporto agli interventi svolti. Un’inchiesta che è solo all’inizio e che potrà riservare altre novità per l’inizio della prossima settimana.

Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close