Politica

Nola – Manifestazioni natalizie: il Comune cerca sponsor

Cercare sponsor per consentire lo svolgimento delle manifestazioni natalizie che il comune ha programmato dal 26 novembre all’8 gennaio. Eventi legati al Natale, per riempire le serate dei nolani e di quanti decideranno di passare una serata in città. Per far fronte alle esigenze di cassa l’ente ha pensato di pubblicare un avviso aperto a soggetti pubblici e privati, enti, istituzioni, istituti di credito ed associazioni, anche senza scopo di lucro, che intendano promuovere la propria attività. Una sponsorizzazione che potrà essere finanziaria, tecnica mediante prestazione di beni e servizi, mista comprendente entrambi le attività. La fornitura del materiale pubblicitario da esporre è a carico dello sponsor così come le imposte e le tasse dovute. Le proposte dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 11  del 29 novembre.

Ma tra determina e bando esistono delle incongruenze. La determina propone un avviso per sponsorizzazioni a partire dal 26 novembre, specificandolo come giorno della celebrazione della festività patronale che da anni segna l’inizio del calendario delle manifestazioni natalizie. Forse un errore dettato da un copia-incolla relativo al bando per le casette natalizie con inizio programmato per il 15 novembre giorno di festa in onore di San Felice. Bando che non avrebbe prodotto gli effetti sperati, neanche tra le associazioni cittadine. Stesso discorso per l’avviso dove si parla di attività programmate dall’ 8 novembre 2 gennaio, con probabile proroga prevista fino all’8 gennaio. Attività sconosciute che saranno contenute nel programma dell’assessorato alla cultura, che verrà approvato in giunta, soltanto il 1 dicembre, due giorni dopo la chiusura dell’avviso.

Dunque una partecipazione alla cieca, con una adesione ad un bando senza sapere quali saranno gli eventi programmati, e quali potrebbero essere le verifiche delle potenziali sponsorizzazioni, sia economicamente che di fornitura di beni e servizi.

Dunque attività che secondo l’avviso dovevano partire l’8 novembre, mentre per la determina il 26 novembre, confermandola la giornata di festa patronale, con durata massima degli eventi fino all’8 gennaio. Una confusione che genera perplessità, con atti contrastanti per date e periodi. Una confusione dettata forse da una fretta giustificata, con il Natale alle porte, con gli zampognari già pronti per la novena dell’Immacolata, e con un programma ancora da definire, confidando in una fiducia incondizionata negli sponsor che verranno.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close