Cronaca

Nola – Mandatopoli: 6 anni a De Sena e Ranieri, assolto Galeotafiore

Arrivano le sentenze nella vicenda “mandatopoli”, lo scandalo dei falsi mandati, che ha travolto il Comune di Nola. Per Filomena De Sena e per Angelo Ranieri sei anni di carcere con interdizione perpetua dai pubblici uffici e interdizione legale durante l’esecuzione della pena. Assolto per non aver commesso il fatto, Salvatore Galeotafiore.

Dipendenti infedeli, cittadini complici e un imprenditore avevano messo in atto un sistema di falsi mandati di pagamento, che avrebbero sottratto alle casse dell’ente un milione e trecentomila euro.

Il Gup, Giuseppe Sepe, aveva proposto per le cinque richieste di patteggiamento, due anni di reclusione per altri indagati coinvolti nella vicenda, Broda, Basile, Castaldo, Scafuro e Montemarro.

Il Comune di Nola si è costituito parte civile chiedendo un risarcimento di 400mila euro. In merito è stata imposta una provvisionale di 50mila euro, sia per De Sena che per Ranieri, a titolo cauzionale in rapporto al giudizio civile che dovrà quantizzare il totale del risarcimento da conferire all’Ente.

Discorso a parte per l’imprenditore, Antonio Mercogliano, che è stato l’unico a optare per il processo ordinario. Secondo l’accusa avrebbe fatto parte del sistema creato per falsificare i mandati all’ufficio ragioneria.

Sulla richiesta di risarcimento da parte del Comune, l’avvocato Fabbrocini ha proposto una soluzione complessa basata su un misto di somme da versare , crediti vantati da rinunciare e opere edili da poter realizzare. Una soluzione che dovrà essere valutata dal collegio A del tribunale nolano.

Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close