VN Cultura

Nola – Giugno Nolano: tabellone senza sorprese

Un Giugno nolano senza scoop, un tabellone nel rispetto della tradizione, per non rompere con il passato e con le proposte che negli anni si sono interfacciate con ufficio beni culturali, ente festa e fondazione. Nulla di nuovo nel giugno nolano, nell’anno della prima volta con il sigillo Unesco.

Al di là di Michele Placido in tour per la Campania con le sue storie raccontate, negli intrecci di musica e poesie, si aspettano i nomi degli artisti, ad oggi ancora top secret, che la fondazione ha pensato per le serate del 23, 24 e 25 giugno, che saranno comunicati nella conferenza napoletana del 13, già a Napoli e non a Nola, ancora per porre in evidenza la sudditanza psicologica verso il capoluogo, considerandosi troppo provinciali per agire al contrario.

Per il resto i soli noti, nomi amici della festa, associazioni sempre pronte ad offrire una serata alla città, a pagamento si intende, perchè tutto il tabellone costerà ai cittadini nolani 225 mila euro, regolarmente pagati dal comune ad una fondazione, che chiede il 5 per mille per sostenersi, ma utilizza denaro pubblico per giustificare la sua esistenza, con l’aiuto di qualche sponsor, per tenere viva la logica di uno statuto che impone la raccolta delle entrate attraverso il coinvolgimento di privati.

Ma a Nola la festa è festa, e poco importa che un tabellone povero costi alla comunità tanto. Un nome per ogni giorno per consentire a tutti di fare festa con la festa.

Tags

Rispondi

Close