Cronaca

Nola – Fondazione Festa dei Gigli, fondo di gestione per 50mila euro

Fondazione Festa dei Gigli, l’organo di gestione per l’organizzazione della Festa Eterna, continua ad essere un soggetto virtuale a tre mesi dalla data del 23 giugno, giorno della ballata e della processione degli otto Gigli e della Barca in piazza Duomo e per il centro antico della città.

Virtualità dovuta al mancato seguito, ai proclami di sindaco e amministratori che avevano gettato le basi per allontanare le mani della politica dalla gestione della festa, e per la mancata registrazione notarile di istituzione della fondazione.

Il CdA non è ancora completo e si ricerca un presidente. Adesso è stato predisposto un fondo di dotazione di 50mila euro il cui stanziamento è subordinato all’approvazione del bilancio 2013, con un impegno di spesa dell’assessore alle Attività Culturali, Maria Grazia De Lucia, da predisporre sul capitolo 1850/30. Disponibilità finanziarie che dovrebbero garantire la piena autonomia statutaria e gestionale alla futura Fondazione, che tra l’altro, potrà disporre di un fondo di gestione pari ad 1.500.000 euro, che il comune verserà in 5 rate annuali, insieme alla dotazione patrimoniale della struttura dell’ex carcere Mandamentale sito in via Merliano.

Eppure tra le finalità le fondazioni devono avere autonomia economica e quindi capacità di procurarsi i fondi necessari alle attività, in questo caso è il comune che si carica la sussistenza economica con versamenti annuali di 300mila euro, per i prossimi cinque anni.

Dunque cosa è cambiato rispetto all’Ente Festa? Nulla o quasi. L’organizzazione del festa continua ad essere sulle spalle del comune e quindi dei cittadini, con i relativi condizionamenti, attivi o passivi, di politici e politicanti, che in questa vacatio dovuta alla non costituzione di fatto, potranno ancora una volta essere i protagonisti della festa 2013, a conferma di un cambiamento solo annunciato e che resta inalterato negli uomini e nei mezzi.

Articoli correlati

Close