VN Cultura

Nola – Festa dei Gigli 2014, riaperta l’assegnazione del Calzolaio: motivi economici dietro la rinuncia

I maestri di festa del Calzolaio rinunciano al giglio, determinando la riapertura dei termini da parte della Fondazione. Fino alle ore 12 del 27 marzo sarà possibile presentare istanza per ottenere l’assegnazione.

Una rinuncia che arriva nella giornata della questua del Bettoliere, in un mondo dei Gigli che vive di riflesso la crisi economica, con le incertezze che rendono difficile mantenere gli impegni assunti al momento dell’assegnazione. La rinuncia del Calzolaio si accoda a quella del Beccaio che è stato caratterizzato da due rinunce prima dell’affidamento ad un gruppo di persone.

Su tutto pesa la responsabilità del firmatario che verificando la titubanza di qualche maestro di festa, ha deciso di rendere disponibile la firma dopo la rinuncia di Francesco D’Angiò, al patto che sia liberato da ogni responsabilità diretta. E allora si dovrà aspettare il prossimo 27 marzo per capire chi sarà il nuovo maestro o il gruppo di persone che si attiveranno per garantire la presenza in strade del calzolaio nell’anno dell’Unesco.

Alla base resta il problema dei criteri di assegnazione, dove le fidejussioni richieste dovrebbero essere bancarie e non assicurative, dove chi riceve il giglio, dovrà dimostrare la forza economica di poter realizzare l’obelisco, per evitare imbarazzanti dietro front.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close