Politica

Nola – Elezioni, dibattito sul “Made In Italy” domani ore 12, presente Giorgia Meloni

Un incontro con cittadini e realtà imprenditoriali, a difesa del “Made in Italy”: sarà questo il tema-cardine del dibattito di domani, con inizio alle ore 12.00, che Fratelli d’Italia ha organizzato presso la struttura di “Villa Minieri”, a Nola.

Un dibattito importantissimo, per affrontare una tematica che, negli ultimi tempi, sta interessando la città bruniana, visti gli ultimi episodi di sequestro di attività commerciali, rivenditrici di prodotti non idonei con gli standard CE.

Presenzieranno all’incontro i massimi esponenti del partito, oltre al candidato sindaco Domenico Vitale, su tutti Giorgia Meloni, presidente e capogruppo alla camera di Fratelli d’Italia, oltre Luigi Rispoli e Elisa Russo, candidati al Parlamento Europeo. Un tavolo che anticipa la presentazione delle candidature di Fratelli d’Italia, che si terrà sempre domani alle ore 19.00 a Napoli, presso il teatro Augusteo.

Presenzierà anche il cav. Giovanni Punzo, patron del plesso commerciale Cis-Interporto-Vulcano Buono.

La Meloni, anche lei impegnata nella competizione elettorale, a livello europeo, ha voluto fortemente quest’incontro per tastare il polso della realtà socio-economica dell’area nolana, importante snodo campano per agricoltura e terzo settore.

Una presenza di peso, che avvalora il percorso di qualità e serietà che vuol tracciare l’avvocato Vitale: “La presenza di Giorgia Meloni sta a testimoniare l’importanza che Nola e l’intero agro riveste per l’economia campana, e l’attenzione che Fratelli d’Italia nutre per il bene della nostra città. In quest’ottica, l’incontro con le maggiori realtà imprenditoriali di zona sarà utile per puntellare il legame con il territorio ed i suoi maggiori esponenti, ascoltando le loro opinioni e volendo ascoltare dove le istituzioni, in questi anni, sono state manchevoli, interrogandoci sui perché e sul come possiamo imbastire progettualità utili ad incentivare occupazione e crescita, specie nel terzo settore”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close