Politica

Nola – Consiglio, confermata la variante al PRG

Richiesta di annullamento della delibera di consiglio comunale inerente alla variante al Piano regolatore, votata dall’assise nel luglio del 2014. Era la mozione a firma di Carmela Scala e di altri sei consiglieri di opposizione, che ha acceso la discussione in aula. Una seduta che si è aperta con la surroga di Antonio Manzi, neo assessore all’Urbanistica, con l’ingresso tra i banchi della maggioranza di Antonio Annunziata.

Poi i capi all’ordine del giorno con il Palazzo Marchesa della Schiava che diventerà la nuoca caserma della Guardia di Finanza. Soltanto una presa d’atto con richiesta in Regione per il cambio di destinazione d’uso sulla base del progetto presentato dalle fiamme gialle.

Poi la richiesta di annullamento della variante al Piano regolatore, per evidenti incongruenze cartografiche. Ma in base alla relazione dei dirigente competente, per la zona della Muraglia non esisterebbero vincoli, mentre per la Sarnella si tratterebbe di errori materiali. Dunque proposta bocciata, con la maggioranza a confermare la variante votata.

La discussione, poi, si è incentrata sul rinnovo della convenzione con la Stazione Unica Appaltante. Le opposizioni chiedevano una rivisitazione delle percentuali di aggio, ma il rinnovo è stato votato sottolineando che il confronto sulla percentuale sarà affrontato nella sede del Provveditorato.

Infine l’adesione al Consorzio Asmel. Un consorzio che non sarebbe riconosciuto dal ministero, ma che è stato scelto dall’amministrazione nolana per l’affidamento della gestione di beni e servizi. Un adesione criticata dalle opposizioni.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close