Cronaca

Nola – Campania Felix: la giunta Biancardi vota la transazione

La giunta Biancardi vota il via libera alla transazione per la risoluzione del Lodo arbitrale con Campania Felix. Una situazione che si trascina da anni culminata con un atto di pignoramento di 2.600.000 mila euro, presso la tesoreria comunale. Ora l’esecutivo ha deciso di approvare lo schema di transazione per 1.800.000 euro, salvo il parere dell’assemblea dei soci della società in liquidazione, e malgrado la proposta di chiudere a 1.600mila euro, la transazione avanzata dall’ufficio avvocatura del comune.

Il mancato adeguamento negli anni del canone ai maggiori costi del servizio, da parte del comune di Nola, titolare del 35% delle quote societarie, ha generato buchi economici migrati nel Lodo, che ha visto soccombere l’ente nolano. Costi lievitati anche per l’assunzione a tempo indeterminato di 31 lavoratori, già in forza alla società a tempo determinato, avvenuta nel 2008, con maggiori oneri mensili per oltre 100mila euro. Assunzioni sollecitate dal comune di Nola.

La proposta di transazione approvata con delibera 9 del 23 gennaio, punta a risolvere la controversia prima dell’udienza del 5 marzo, con un accordo che sarebbe arrivato dopo la valutazione positiva da parte del Collegio dei Revisori dei Conti di Campania Felix, che ritenevano fattibile la risoluzione per via transattiva, chiudendo la controversia solo sulla sorta capitale di 1.850.000, ridotta definitivamente ad 1.800.000 euro; somme che saranno prelevate dal capitolo di spesa 680/40 del bilancio 2015.

Ora la parola passerà al Consiglio comunale che dovrà approvare la delibera di giunta, dando il via libera al pagamento del debito, puro ossigeno per Campania Felix chiamata a risolvere le vertenze economiche, con alcuni creditori, per evitare il fallimento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close