Cronaca

Nola – Alvei senza manutenzione. I cittadini chiedono tutela

Alvei senza manutenzione, gioco di competenze, Regione, bonifica, con i comuni impotenti a chiedere interventi sperando nella clemenza delle acque. L’autunno è la stagione delle piogge, dopo i lunghi mesi estivi. I cambiamenti climatici hanno reso i fenomeni atmosferici violenti e in poche ore rovesciano al suolo le acque che mediamente cadevano in un’intera giornata. Il sistema si deve adeguare, la macchina della prevenzione del rischio deve prevedere le modificazioni ambientali, adattando i programmi di intervento alle nuove esigenze. E così nel periodo estivo quando si dovrebbe lavorare per pulire da rifiuti e erbacce il letto degli alvei, si va in vacanza, mentre a settembre le piogge non aspettano e ingrossano torrenti e fiumi fino a generare alluvioni e vittime.

L’alveo Casamarciano è l’esempio lampante della mancata manutenzione. Il sedime accumulato negli anni, ha quasi cancellato il letto e le sponde si sono ridotte a semplici bordi che le acque superano facilmente. Un alveo che in più parti è stato coperto, e le ostruzioni e gli accumuli di materiale non sono più visibili. A valle i problemi con due esondazioni in 40 giorni e famiglie in ginocchio.

Anche l’alveo Quindici non appare pulito. La fitta vegetazione presente impedisce di vedere il fondo del torrente. Le acque riescono a defluire, ma con fatica. Qualche anno fa scantinati e piani bassi degli edifici di via Amilcare Boccio, furono invasi dalle acque. Lo scorso anno ci furono degli interventi di pulizia a seguito di istanze presentate dal sindaco Biancardi alla procura di Nola. Nel gioco di responsabilità penali l’alveo fu pulito. Non potrebbe essere utilizzata la stessa procedura per l’alveo Casamarciano?

Il tempo non concede alternative, o si agisce per tempo o si contano i danni, coinvolgendo cose e persone nel gioco tra enti di competenze e responsabilità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close