EccellenzaVN Calcio

Nola 1925 – Sfida alla Virtus Avellino, tour de force in via di conclusione

Il big match con gli avellinesi chiude un mese di passione per i bruniani

Un tour de force quasi giunto al termine, un percorso che è fruttato 12 punti nelle ultime 5 gare di campionato ed una finale di Coppa Italia. Nola – Virtus Avellino chiuderà, almeno per quanto riguarda il campionato ed al netto della super-sfida di Coppa con il Savoia di giovedì prossimo, un mese intenso per i colori bianconeri. Un percorso netto che non aveva altri obiettivi che agganciare la zona playoff, una missione questa completata domenica scorsa grazie alla vittoria sull’Agropoli.

Ma quella con la Virtus Avellino di domenica è forse la sfida più delicata per la compagine di mister Liquidato: allo Sporting, in una gara da disputare ancora a porte chiuse, arriva infatti una delle squadre più in forma del campionato e forse quella più spinosa e coriacea da combattere e che, per stessa ammissione del mister baianese, si è dimostrata probabilmente la squadra più difficile da affrontare da quando siede sulla panchina del Nola.

Nelle ultime 5 gare, la formazione avellinese ha portato a casa 13 punti su 15 disponibili, un ruolino di marcia che le ha consentito di agganciare il secondo posto in graduatoria, a pari punti con l’Agropoli. Concentrazione ed attenzione, questi i moniti di Liquidato per i suoi uomini, con l’allenatore baianese ben conscio delle insidie che nasconde questo big match.

Intanto, il rinvio della sfida di Coppa di mercoledì a giovedì 15, ha dato una seria opportunità di riflessione sul movimento calcistico nolano, che in occasione della finalissima sembra essersi destato da uno stato di quiescenza durato fin troppo a lungo. Merito della grossa campagna di sensibilizzazione svolta dalla società di patron De Lucia, che sembra aver toccato le corde giuste degli appassionati bruniani.

Tags

Articoli correlati

Close