EccellenzaSerie DVN Calcio

Nola 1925 – I bruniani tornano in Serie D

Perfezionato l'accordo con Nuzzo, arrivano Colarusso e Pepe dal Cervinara

Ambizione ed appartenenza: sono questi gli aggettivi che danno l’incipit alla nuova stagione del Nola 1925. Sono state tante le novità presentate ieri sera in Piazza Duomo, nel corso della prima delle serate che chiuderanno il Giugno Nolano. Un connubio tra calcio e gigli improntato alla nolanità, perfettamente sintetizzato nel restyling del logo societario, con il settore comunicazione della società bruniana che punta a creare un vero e proprio brand bianconero capace di catalizzare non solo l’interesse degli investitori, ma anche quello della cittadinanza.

Sul palco il presidente Alfonso De Lucia è stato chiamato ad illustrare le linee programmatiche del prossimo futuro. La notizia più importante, ed anticipata già da indiscrezioni nel corso della scorsa settimana, è certamente il salto di categoria: il Nola infatti, dopo essersi giocato le proprie chances di promozione fino all’ultimo secondo della sua stagione sia in campionato che in Coppa Italia, ripartirà dalla serie D. Concretizzato dunque l’accordo con il Savoia del presidente Antonio Nuzzo, vincitore del girone A di Eccellenza 2017/18, un accordo che regalerà alla città dei Gigli l’ex quarta serie a 5 anni dall’ultima apparizione.

Una decisione, quella di patron De Lucia e della società, che restituisce alla città bruniana la più alta espressione dilettantistica calcistica, ma che apre importanti interrogativi in seno ai tifosi, specie per quanto riguarda la questione stadio (querelle più che sentita, specie per quanto riguarda il tifo organizzato) e la denominazione societaria, dubbi subito spazzati via dal numero 1 gigliato.

In coda alle importanti novità societarie, spazio anche per il mercato: scontata la conferma per mister Stefano Liquidato, architetto dell’importante rimonta sportiva della scorsa stagione; lì in mezzo al campo invece arrivano le conferme per Mimmo Olivieri, nuovo capitano della compagine bianconera, Sabatino Vaccaro e Angelo Mocerino, e gli acquisti di Marco Colarusso e Felice Pepe, colonne portanti nella passata stagione dell’Audax Cervinara. Acquisti di livello che danno ulteriore prova dell’intenzione del presidente De Lucia di far tornare Nola sui palcoscenici calcistici che le competono.

Tags

Articoli correlati

Close