EccellenzaVN Calcio

Nola 1925 – I bianconeri conquistano i tre punti con il Faiano

Allo "Sporting Club" termina 2-1, grande prova da parte del collettivo

Era una sfida verità per il Nola contro il Faiano e gli uomini di Liquidato rispondono presente, dominando un buon Faiano per 2-1. Allo “Sporting Club” di Nola i locali scendevano in campo per abbandonare la zona play-out e rilanciarsi in classifica, gli ospiti per restare agganciati alla zona play-off.

Al fischio d’inizio di Pape Ousmane Diop dalla sezione di Caserta, è subito il Faiano a rendersi pericoloso: nemmeno un giro di lancette che Erra sfiora la rete. Il Nola, sventato il pericolo si ricompatta e inizia a macinare gioco.

Al 5’ azione confusionaria in area Faiano, il pallone danza nell’area piccola ma nessuno degli avanti bianconeri è pronto nell’insaccare il punto dell’uno a zero. Vantaggio rinviato solo di 4’: Zaccaro ruba palla sulla trequarti avversaria sorprendendo la alta difesa ospite, il numero nove si lancia in una corsa solitaria verso la porta e all’ingresso in area batte Senatore con una conclusione precisa.

Il Nola dopo il vantaggio non si ferma e continua ad insistere, al 14’ tutti a vuoto sull’imbeccata di Magaddino, dalla destra il numero sette fa partire un potente rasoterra che trae in inganno la coppia di centrali difensiva del Faiano, Zaccaro in ritardo non sfrutta la palla del possibile raddoppio.

Il Faiano si fa vedere dalle parti di Avino al 19’ quando Pellegrino da posizione defilata sulla destra prova a sorprendere il numero uno bianconero, il tiro è insidioso ma la sfera termina sul fondo.

Al 29’ ancora Nola in avanti: palla conquistata sulla fascia destra dalla premiata ditta Gioventù – Magaddino: i due riescono in una bella combinazione che favorisce ancora Zaccaro, il numero nove però manda alto sopra la traversa.

In chiusura di tempo arriva l’episodio che potrebbe cambiare la partita: il signor Diop da Caserta assegna un più che dubbio calcio di rigore agli ospiti: Pellegrino dalla destra entra in area di rigore, Falivene lo contiene ed interviene pulito in contrasto. Il fischietto di Caserta si assume la responsabilità dell’assegnazione dell’estrema punizione nonostante l’assistente avesse segnalato il solo calcio d’angolo. Dagli undici metri ci va proprio Pellegrino che però viene ipnotizzato da Vincenzo Avino il quale neutralizza il rigore con una parata bassa alla sua destra.

Il secondo tempo si apre come meglio non poteva per il Nola, che sigla il raddoppio al 46’: punizione battuta corta da Falanga, che gioca un pallone veloce verso Sacco, che ha tutto il tempo di mirare verso la porta ed in diagonale insaccare la rete del 2-0.

Per i successivi 35’ solo sostituzioni e cartellini sventolati a destra e a manca, fino al secondo episodio dubbio di giornata, con ancora protagonista il signor Diop. Al 42’ il fischietto casertano assegna il secondo rigore di giornata in favore del Faiano: su calcio d’angolo Lenci e Raiola si fronteggiano su una palla alta, terminando a terra entrambi. Il direttore di gara assegna la massima punizione per gli ospiti scatenando le ire di calciatori e tifosi locali. Dal dischetto stavolta Pellegrino non sbaglia e sigla il 2 – 1 definitivo.

Dopo ben 6’ di recupero termina la sfida, il Nola conquista i tre punti fondamentali mettendosi un punto dietro proprio al Faiano. Dai due volti la prestazione dei bianconeri, in grande forma nella prima frazione di gioco ma appagati e compassati nella seconda, complice forse la segnatura in apertura di ripresa.

 

IL TABELLINO

NOLA – FAIANO  2 – 1

MARCATORI: 9′ Zaccaro (N), 46′ Sacco (N), 89′ Pellegrino (F) (rig.)

NOLA: Avino, Gioventù, Lenci, Alfieri, Falivene, Schioppa, Magaddino (76′ Castiglione), Marotta (92′ Cossentino), Zaccaro, Falanga, Sacco; a disposizione: Esposito, Tagliamonte, Ferraro, Cafarelli, Colonna

FAIANO: Senatore, Ruggiero, Martinangelo (47′ Raiola), Anastasio, Di Donna (77′ Ceresoli), Ietto, Di Somma (77′ Maisto), Erra (47′ Imperiale), Pellegrino, Grieco, Castagna (41′ La Femmina); a disposizione: Ginolfi, Spadino

AMMONITI: Falivene (N), Sacco (N), Senatore (F), Castagna (F), Anastasio (F), Lenci (N), Marotta (N)

RECUPERO: 3′ (PT) e 6′ (ST)

Tags

Articoli correlati

Close