Serie DVN Calcio

Nola 1925 – C’è fermento per la trasferta di Taranto

Domenica allo “Iacovone” si aspetta grande spettacolo

Due compagini strutturate per fare bel gioco: Nola e Taranto sono pronte per la gara numero cinque in campionato.

Le due formazioni arrivano a questo incontro con gli animi diametralmente opposti; i padroni di casa non hanno mai perso in campionato fin qui, il bottino è di 2 vittorie ed altrettanti pareggi per un totale di 8 punti in graduatoria.

Il Nola invece ha uno score meno felice: 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte fin qui per i bruniani. L’aspetto positivo arriva dai punti guadagnati lontano dallo “Sporting Club”, i 4 punti totali dei bianconeri sono stati collezionati proprio in trasferta.

“La squadra si è allenata bene per affrontare al meglio questa importante sfida”, queste le parole dell’entrenador bruniano Stefano Liquidato, voglioso di fare bene nella delicata trasferta allo stadio intitolato ad Erasmo Iacovone.

L’allenatore, abbottonato su un eventuale pronostico, si dice fiducioso: “Lo “Iacovone” è un signor stadio e sicuramente saranno numerosi i sostenitori locali. Dobbiamo impegnarci al massimo per riuscire ad ottenere qualcosa di buono”.

La capienza attuale dello stadio rossoblu è di 12.154 posti; si preannuncia una sfida dal clima infuocato per i tifosi di ambo le squadre, ansiosi per il calcio d’inizio di questa gara fondamentale.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close