Altre SerieVN CalcioVN Sport

Nola 1925 – 2-2 con l’Ortese, Santaniello si dimette

Un Nola suicida regala altri due punti agli avversari di turno, mentre mister Santaniello alza bandiera bianca e smette le vesti di allenatore della società bianconera e la classifica diventa inesorabile con una vetta sempre più irraggiungibile. Stavolta lo “Sporting Club” è terreno fertile per un’ottima Ortese che porta via un buonissimo punto, facendo continuare la striscia di risultati utili archiviati nelle ultime giornate dagli uomini di mister Valente.

Andiamo con ordine ed iniziamo con la cronaca della partita, che incomincia con un tiro di Di Biase che impegna l’estremo difensore ospite Peruggia con un destro che di poco finisce fuori. Un Nola in grande spolvero sfiora a più riprese in vantaggio: una punizione di Peppe Della Marca costringe Peruggia agli straordinari.

Il numero 10 bianconero ed il portiere ortese sono di nuovo protagonisti al 25′ nell’azione dell’1-0: Nappi scappa via e solo davanti a Peruggia viene atterrato dall’estremo difensore grigiorosso al momento della conclusione; dal dischetto Della Marca non sbaglia e porta avanti i suoi.

Il romanzo thriller della domenica bianconera incomincia alla mezz’ora di gioco: protagonista è il portiere Balbi, che in una presa sulla palla, finisce col contrastare duramente un avversario, reagendo alla presunta carica subita in malo modo; per il direttore di gara Esposito il gesto condanna il numero 1 bianconero all’espulsione. Una partita che a questo punto cambia totalmente faccia, con un Nola fino ad ora assoluto padrone del match e che si stava prodigando nel raggiungere il doppio vantaggio, sinonimo di tranquillità.

Come nelle più classiche delle sceneggiature, al 41′, con il Nola sotto di un uomo, arriva il pari dell’Ortese: verticalizzazione perfetta di Chianese e Castiello approfitta di una difesa maldisposta e distratta per pareggiare il conto delle reti.

Come domenica scorsa con il San Vitaliano, nelle situazioni di difficoltà il Nola viene fuori prepotentemente: tra il 43′ ed il 45′ Nappi manca due volte di poco il goal del 2-1, mentre al 47′ il solito Di Biase finalizza una grande intuizione del numero 9 bianconero, che con uno dei suoi movimenti manda a farfalle due difensori dell’Ortese ed imbecca con successo il suo compagno di reparto, che insacca a sangue freddo e consente al Nola di andare al riposo sul 2-1.

Ad inizio ripresa, con un’Ortese che fa all-in per riacciuffare il pareggio, i bianconeri hanno numerose occasioni per portarsi sul 3-1, ma Nappi spreca clamorosamente una palla-goal nata dopo 50 metri di corsa solitaria, con la sfera che si spegne imprecisa alla sinistra di Peruggia. Alla mezz’ora della ripresa l’Ortese resta in 10 e pareggia il numero dei giocatori in campo: Chianese raccoglie la seconda ammonizione di giornata e l’arbitro lo spedisce sotto la doccia.

L’espulsione del proprio numero 4 non scoraggia l’Ortese, che trova l’incredibile pareggio all’85: Costanzo guadagna uno spazio in area bianconera per concludere in porta, Spirito respinge bene il tiro del numero 11 grigiorosso, ma Castiello sulla ribattuta sigla la sua personale doppietta con un tiro che si insacca inesorabilmente sotto la traversa.

Inutile ed infruttifero il forcing disordinato prodotto dagli uomini di Santaniello negli ultimi minuti di gioco, con il Nola che non sfrutta a dovere il favorevole doppio turno casalingo per cercare di accorciare sulla capolista Caivanese, che lottando a spron battuto, inanella successi e scappa via li in cima alla classifica; bianconeri che non approfittano nemmeno del pareggio dell’Afragolese (pareggio per 1-1 col Villa Literno) e mettersi in scia del Real Vico, in ottica dello scontro a Palma Campania di domenica prossima.

Un postgara condizionato nell’umore, con la dura contestazione dei tifosi che non ha fatto prigionieri, indirizzando le proprie lamentele alla società e ai giocatori tutti. Situazione tesa che ha prodotto poi le dimissioni di mister Santaniello, che al netto di 4 vittorie e 5 pareggi, 13 goal fatti e 5 subiti, con onore depone le sue armi, lasciando il compito di guidare la nave-Nola a qualcuno che possa dare maggior serenità all’ambiente, secondo quanto riferito dall’ormai ex mister bianconero in una nota societaria resa pubblica dall’ufficio stampa. C’è bisogno di ridare tranquillità e compattezza ad un gruppo indiscusso nei valori tecnici, ma che non ha mai trovato la giusta quadratura per imporre la propria legge al campionato.

Si aspetta ora in tempi brevi la comunicazione da parte della società per la scelta del nuovo mister, chiamato a dare una significativa scossa all’ambiente tutto, affinchè si possano raggiungere gli obiettivi dichiarati ad inizio campionato dalla compagine bianconera. Il materiale umano su cui lavorare c’è ed abbonda, ma sembra largamente finito il tempo di alibi e deterrenti per tanti componenti della rosa bianconera.

Nola: Balbi 4, Addeo 5,5, Falco 6, Alfieri 7, Zero 6,5, Caccavale 6, Pastore 5,5, Sasso 6 (33′ Spirito 6,5), Nappi 6 (63′ La Marca 6), Della Marca 6 (77′ Dell’Anno 5,5), Di Biase 7.
Altri: Trinchese, Di Napoli, Porto, Manzo.
All: Santaniello
Ortese: Peruggia 7, Busiello 6, Di Lauro L 6, Chianese 5, Lessa 6 (72′ Di Lauro S 6), Auletta 6,5, D’Angelo 6, Perrotta 6, Di Palma 5,5 (46′ Armieri 6), Castiello 7,5, Costanzo 6 (90′ Fedele sv).
Altri: Falco, Capasso, Siricio, Bianco.
All: Valente

Marcatori: 25′ Della Marca, 47′ Di Biase (N) 41’e 85′ Castiello (O)
Amm: Addeo, Falco, Zero, (N) Lessa, Perrotta , Di Palma, Castiello)
Esp: Balbi rosso diretto(N) Chianese per doppia amm (O).
Rec: PT 3 ST 5
Arbitro: Francesco Esposito di Torre Annunziata

Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close