Cronaca

Napoli – Usura ed estorsione, sequestrati beni per 4 mln

Usura, estorsione, trasferimento fraudolento di valori e favoreggiamento. Sono le accuse mosse nei confronti di due persone, indagate in concorso con altri, dalla procura di Napoli Nord. Sono stati finanzieri del gruppo di Giugliano ad eseguire l’ordinanza cautelare, a seguito di un’attività investigativa nata dallo sviluppo di una segnalazione di operazione sospetta, relativa alla vendita di un immobile, il cui intero corrispettivo non sarebbe stato incassato dai proprietari ma, tramite procura, da un’altra persona.

I finanzieri avrebbero raccolto concreti elementi circa l’esistenza di una serie di prestiti concessi, a partire dal 2009, da uno degli indagati ad una famiglia di imprenditori agricoli della zona, con l’applicazione di tassi usurari. Intercettazioni ambientali e telefoniche avrebbero permesso di verificare che l’ammontare del capitale prestato in più occasioni era stato di 120mila euro, mentre il tasso di interesse applicato sarebbe stato del 35% annuo. Secondo l’accusa le vittime degli usurai sarebbero state costrette alla vendita dell’immobile con la promessa di ricevere in cambio l’estinzione del debito, salvo poi la concessione dell’immobile ad un prezzo notevolmente inferiore a quello di mercato ad un altro soggetto.

Oltre all’ordinanza cautelare è stato eseguito il sequestro di beni per oltre 4 milioni di euro.

Articoli correlati

Rispondi

Close