Cronaca

Napoli – Truffa Asl, quattro indagati

Obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria per quattro legali rappresentanti di aziende creditrici dell’Asl Napoli 1. Sono accusati di falsità ideologica in atto pubblico e truffa ai danni di un ente pubblico. La misura cautelare è stata emessa dal Gip del tribunale di Napoli ed eseguita dai militari della guardia di finanza. Le indagini sono state avviate da una denuncia presentata nell’aprile del 2014, dal Direttore Generale e dal Direttore Amministrativo dell’azienda sanitaria, ed avrebbe consentito di accertare indebite riscossioni per oltre 8 milioni di euro da parte di quattro aziende. Secondo l’accusa avrebbero falsamente dichiarato la piena titolarità dei crediti per le forniture prestate, ottenendo dall’Asl il pagamento delle somme, mentre per l’accusa, i debiti vantati dalla società erano stati oggetto, in parte o in tutto, di atti di cessione in favore di un’altra società, che ”in forza dell’atto di cessione avrebbe azionato i crediti con procedure monitorie, ottenendo l’emissione di decreti ingiuntivi in danno dell’azienda sanitaria”. In sintesi la dichiarazione di titolarità dei crediti, avrebbe consentito alle quattro società di ottenere una duplicazione dei pagamenti.
Il giudice, ritenendo la sussistenza di gravi indizi di responsabilità anche a carico delle società, ha disposto il sequestro di somme di danaro o di beni di valore, nella disponibilità degli indagati e delle società, per un valore di oltre 6 milioni di euro.

Articoli correlati

Rispondi

Close