Cronaca

Napoli – Riciclaggio, 35 denunce

Riciclavano pezzi di automobile, generando un giro commerciale illegale per migliaia di euro. Sono stati i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, a scoprire un deposito con centinaia di parti di veicoli, oggetto di furto.

I pezzi venivano riciclati alimentando il mercato illegale di pezzi di ricambio per officine per riparazioni di carrozzeria di auto incidentate.

Parti di carrozzeria, motori e alcuni telai punzonati, erano stoccati in un deposito situato nella periferia sud del capoluogo partenopeo.

Tutto è partito da un controllo stradale di un’autovettura con il telaio alterato. Le indagini successive hanno consentito ai militari di scoprire decine di veicoli messi in circolazione con l’utilizzo di pezzi provenienti da auto rubate, attraverso un ampio giro di riciclaggio: dalla punzonatura di telai alla falsificazione di documenti, sostituzione di parti identificative e uso di targhe alterate.

 

I carabinieri hanno denunciato 35 persone. il titolare del deposito, un 52enne napoletano, è stato denunciato per riciclaggio di veicoli provenienti da furti, nonché per la gestione illecita di rifiuti. Le altre 34 persone (tra cui anche alcuni incensurati) sono state denunciate a piede libero, a vario titolo, per riciclaggio e per le diverse forme di falso ideologico e materiale connesse alla preparazione dei documenti.

I carabinieri hanno sequestrato l’intera area e tutto il materiale rinvenuto.

Le indagini continuano per far luce sulla rete di complicità necessaria ad alimentare il giro illegale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close