Cronaca

Napoli – Millantato credito e corruzione, tre arresti

Finanzieri accusati a vario titolo di millantato credito e corruzione. I tre militari sono finiti agli arresti domiciliari su disposizione del gip del tribunale di Napoli. La misura cautelare è stata eseguita a seguito di complesse indagini in merito a condotte illecite connesse allo svolgimento dei concorsi ordinari per il reclutamento del personale. I risultati ottenuti dalle specifiche attività informative, avrebbero evidenziato l’operato anomalo di alcuni finanzieri, che avrebbero avvicinato i familiari di giovani partecipanti al concorso per allievi marescialli relativo all’anno 2015, assicurando di garantire aiuti per agevolare il superamento delle prove selettive. Inoltre avrebbero prospettato un intervento presso la Commissione giudicatrice, richiedendo una somma di 50mila euro, consegnata in più tranches e in contanti, dal padre di un candidato. A tal proposito, nella nota stampa, si è voluto chiarire che il ragazzo è stato giudicato non idoneo al concorso, venendo escluso dall’ammissione al corso per allievi marescialli.

E’ il secondo episodio relativo a vicende che avrebbero interessato militari infedeli e le procedure di reclutamento attraverso concorso. Il Comando provinciale della guardia di finanza conferma tutta l’attenzione e l’impegno profuso dalla Procura di Napoli, per garantire trasparenza e imparzialità nelle selezioni di giovani aspiranti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close