Economia

Napoli – Le giornate di Napoli e del Sud

Nella sala Siani presso la sede de “Il Mattino” si è tenuto il dibattito “Le giornate di Napoli e del Sud’ con due sessioni di lavoro per tornare a parlare del Meridione e dei suoi problemi da risolvere. Moderato da Il direttore de “Il Mattino” Alessandro Barbano, il convegno ha visto la partecipazione tra gli altri di Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania; il ministro della Coesione territoriale Carlo Trigilia e il ministro del Lavoro Enrico Giovannini (entrambi in collegamento video); Nichi Vendola, presidente Regione Puglia; Gianni Punzo, fondatore del Cis di Nola; Luigi de Magistris, sindaco di Napoli; Paolo Graziano, presidente Unione Industriali Napoli; Lina Lucci, Cisl Campania.
“Il Sud va considerato come questione costituzionale e istituzionale – ha detto Stefano Caldoro. Il presidente della Regione Campania ha riportato l’esempio della Germania e di come essa abbia affrontato la questione dell’unità nazionale dopo la caduta del muro di Berlino. “La Germania ha considerato l’est prima come problema istituzionale e fondativo – ha spiegato – ha messo insieme Est e Ovest incidendo sulla gestione della spesa pubblica totalmente rinnovata in termini di trasferimenti e sistemi di governance al passo con i tempi”.

Il presidente ha poi lanciato un allarme sui debiti che le Regioni possono contrarre per pagare i creditori.
In quanto “l’indebitamento potrebbe indurre le agenzie di rating ad esprimere un giudizio negativo”. Un indebitamento consentito per “stimolare l’economia”, ha aggiunto ancora Caldoro, ma finisce per cacciare le Regioni in una situazione a dir poco paradossale: “Tu sei autorizzato a indebitarti da una legge dello Stato ma il Rating lo valuta negativamente. Si ritiene che il nostro indebitamento sia più oneroso di quello commerciale. Siamo arrivati al punto che risolvere un problema ci costa di più”.

Tags

Articoli correlati

Close