Cronaca

Napoli – GdF sequestra 1000 chili di botti

Napoli e la sua provincia si preparano alle feste natalizie. Alle luci che iniziano a colorare le città, alla cucina con i piatti tipici, i napoletani non riescono a fare a meno dei fuochi. Una tradizione che genera pericolo e danni a cose e persone. E per far fronte alla grande richiesta di materiale pirico, è forte sul territorio l’attività illecita di produzione e commercializzazione di artifizi pirotecnici illegali. E nell’ambito delle azioni di contrasto al fenomeno, la guardia di finanza ha eseguito un maxi sequestro di botti e semilavorati.

I finanzieri di Giugliano, si sono introdotti all’interno di un opificio situato a Mugnano, dove veniva effettuata la produzione di materiale esplodente senza alcuna autorizzazione. I controlli effettuati nella struttura hanno portato alla scoperta di 7mila botti già pronti per la vendita ed oltre 28mila semilavorati, denominati ”cobra”, l’equivalente delle cipolle e 50 chili di polvere pirica. In totale il quantitativo sequestrato pesa oltre una tonnellata.

Tutto il materiale esplodente è stato sequestrato, così come il locale di 50 mq, adibito a fabbrica di fuochi d’artificio. I due responsabili, un 48enne e un 61enne, entrambi di Melito, sono stati arrestati per fabbricazione e detenzione di materiale esplodente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close