Cronaca

Napoli – False cure ai parlamentari, cinque indagati

Avrebbero utilizzato false fatture per ricevere rimborsi per prestazioni sanitarie. E l’accisa nei confronti di cinque indagati è di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e al falso.

E’ l’indagine della procura di Napoli e del pm Woodcock, cha hanno predisposto perquisizioni eseguite dai carabinieri del Noe, portando agli avvisi di garanzia che hanno interessato anche un ex deputato del Pdl. Coinvolti anche l’amministratore, il gestore e alcuni collaboratori di un centro fisioterapico della provincia di Napoli. Consequenziale la richiesta, da parte dei militari, alla presidenza della Camera dei Deputati, di acquisizione della documentazione contabile relativa ai rimborsi sanitari.

Gli inquirenti sospettano che il centro Fisiodomus, chiuso e dismesso da tempo, potrebbe essere stato una ‘struttura fantasma’ ed utilizzato come ‘cartiera sanitaria’, per il rilascio di fatture per prestazione mediche mai effettuate, in favore di parlamentari che avrebbero ottenuto rimborsi impropri da parte del servizio sanitario integrativo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close