Cronaca

Napoli – Botti pericolosi, quattro arresti

Difendere la pubblica incolumità dall’uso di botti pericolosi, è l’impegno dei militari dell’Arma che hanno attivato sul territorio della provincia di Napoli, una vera e propria caccia ai fuochi illegali. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati diversi interventi che hanno portato al sequestro di materiale esplodente e all’arresto di quattro persone.

Ad Ercolano è stato denunciato un 33enne napoletano, perché sorpreso in possesso di 400 ordigni artigianali per un peso complessivo di 25 chili, oltre ad altri 3 chilogrammi di fuochi di quinta categoria. Il materiale era a bordo di un’autovettura. In manette sono finiti quattro soggetti di Ercolano, ritenuti responsabili in concorso di detenzione illegale di materiale esplosivo. Nelle rispettive auto trasportavano 1000 ordigni tipo rendini per un peso complessivo di 50 chili. Un 50enne di Volla è stato denunciato perché in un garage custodiva 20 kg di fuochi di 4 e 5 categoria che vendeva illegalmente, mentre nell’abitazione di un 28enne di Torre del Greco i carabinieri hanno trovato 600 artifici pirici di preparazione artigianale. I controlli dei militari si intensificheranno in vista dell’imminente notte di San Silvestro, dove per tradizione Napoli e la sua provincia ama salutare il nuovo anno con botti e fuochi che spesso generano gravi conseguenze.

Articoli correlati

Rispondi

Close