Cronaca

Nola – Lodo Campania Felix, il Comune pensa ad un piano di rietro

Lodo arbitrale in favore di Campania Felix. Il debito riconosciuto dal Comune di Nola, arriva a tre anni dall’esecutività resa dal Tribunale di Napoli il 27 febbraio 2012 e depositato in cancelleria il 26 aprile dello stesso anno, con il Comune che dovrà corrispondere la somma di poco superiore ai 2.938mila euro, da versare al curatore fallimentare della società. Un debito importante, il cui riconoscimento nella sostanza non altera l’equilibrio di bilancio, quale passività pregressa da liquidare, ma pone l’amministrazione Biancardi di fronte ad una necessità: quella di proporre un piano di rientro da permettere di dilazionare in almeno dieci anni, ma si pensa ad una spalmatura superiore, la somma dovuta, per evitare una forte limitazione alle attività comunali.
Il riconoscimento adottato dal Consiglio comunale il 5 dicembre scorso è avvenuto salvo la verifica di eventuali responsabilità e fatte salve le azioni di rivalsa. In pratica gli atti sarebbero stati trasferiti alla procura ordinaria e a quella contabile, per appurare eventuali responsabilità e presunti danni erariali che sarebbero stati causati a danno dell’Ente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close