Lega ProVN CalcioVN Sport

Lega Pro – 3° giornata, vittorie nette per Benevento ed Aversa, mini-crisi per la Casertana

Terza giornata di campionato per la Lega Pro: in Prima Divisione spicca il poker del Benevento ai danni del Lecce di Miccoli, mentre in Seconda Divisione arrivano le sconfitte per Arzanese e Casertana.

Partiamo dalla vittoria del Benevento contro i salentini: una vittoria importante per le Streghe, che darà sicuramente morale per la squadra di Carboni. Al 31′ la rete che da inizio alle marcature: Mancosu esplode un tiro dal limite, sul quale Perucchini viene beffato da un rimpallo. Il primo tempo si chiude con il raddoppio del Benevento: Evacuo di sinistro trafigge la porta salentina. Benevento che poi al 65′ chiude definitivamente la pratica-Lecce con la bella punizione di Mengoni. Il goal della bandiera per il Lecce arriva al 71′, con una perla di Miccoli su punizione. Al 75′ il Benevento serve il poker: l’arbitro accorda un calcio di rigore per i padroni di casa, che Evacuo senza esitazioni trasforma.

Arriva un altro pareggio per la Salernitana: l’undici di Sanderra non va oltre l’1-1 contro il Gubbio fuori casa. I granata passano in vantaggio già al 10′ con un rigore trasformato da Ginestra, concesso per fallo di mano in area di un difensore umbro. La Salernitana però soffre troppo le sortite offensive dei padroni di casa e deve capitolare al 31′, quando Moroni vede premiato il suo inserimento in area salernitana, trasformando di testa un cross dalla destra. La Salernitana, pur soffrendo, ha al 67′ la miglior palla-gol del match: Foggia però, a tu per tu con Pisseri,  non ne approfitta e spara sull’estremo difensore umbro.

Arriva il pareggio (in rimonta) anche per la Nocerina, contro un Grosseto ben disposto in campo: i molossi vengono subito colpiti a freddo al 5′, quando sul primo calcio d’angolo per gli ospiti Asante svetta più in alto di tutti e porta in vantaggio i suoi. La rete del pareggio della Nocerina arriva al 63′, quando un batti e ribatti nell’area del Grosseto, spedisce la palla sui piedi di Lepore, che deposita in rete la rete dell’1-1 finale.

Altra sconfitta, invece, per la Paganese che ospitava al “Torre” l’Ascoli: la partita viene decisa  da un goal di Tripoli, che all’11’ sfrutta una dormita della difesa azzurrostellata e consegna i tre punti alla compagine marchigiana.

In Seconda Divisione si apre una mini-crisi per la Casertana, vista la sconfitta contro il Gavorrano e l’esonero di Capuano: la partita si mette male per i falchetti già al 23′, con Santini che deposita in rete l’1-0 dopo aver saltato due uomini della retroguardia casertana. Il raddoppio ospite arriva al 58′, quando l’inarrestabile Santini imbecca con precisione Nocciolini per il 2-0 finale.

Sfortunata e volenterosa l’Arzanese, che si vede sconfitta in trasferta contro un Messina ridotto in 10 uomini per oltre un tempo: la compagine di mister Ferraro viene punita al 55′ quando su calcio d’angolo, Corona viene dimenticato dalla difesa biancoazzurra e viene lasciato liberissimo per poter concludere di testa e siglare quello che sarà il match point.

Altro pareggio invece per l’Ischia in trasferta col Chieti: i goal arrivano entrambi nei primi cinque minuti di gioco. Al 1′ il Chieti con la prima proiezione offensiva orchestrata da Robertiello, mette in condizione Cinque di trafiggere Pane e portare in vantaggio i neroverdi. Pronta la risposta dell’Ischia: punizione battuta da Armeno e Cunzi è lesto a sfruttare la dormita dei difensori di casa e siglare il goal che porta un punto alla formazione ischitana.

Sorride finalmente l’Aversa Normanna, che con un bel 4-1 contro il Castel Rigone, bagna ottimamente l’arrivo di mister Di Costanzo. L’Aversa va in vantaggio già al 3′, con un’azione orchestrata dall’asse Vicenti-Orlando, con quest’ultimo che trova un gran goal al volo sull’assistenza del compagno argentino. Il raddoppio arriva al 18′, quando ancora Orlando, liberissimo in area, viene servito da Balzano ed è libero di firmare il 2-0 per i padroni di casa. Al 27′ ancora Orlando-show: l’attaccante firma la sua personale tripletta con un tiro ad incrociare che batte Franzese per la terza volta. I granata calano il poker ad inizio ripresa, con Vicentin che insacca l’assistenza di Di Vicino. Utile solo per i doveri di cronaca la rete ospite di Di Paola, che batte D’Agostino e sigla il goal della bandiera per il Castel Rigone.

Chiude questa giornata di Lega Pro il Sorrento, che, in un match combattuto dove probabilmente avrebbe anche meritato l’intera posta in palio, pareggia con il Cosenza. I calabresi vanno in vantaggio con De Angelis al 45′ del primo tempo, venendo poi raggiunti ad inizio del secondo tempo dalla rete di Catania al 56′.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close