Cronaca

Cicciano – Scattano gli arresti per l’assessore Marino e il consigliere Covone

Fulmine a ciel sereno a Cicciano: questa mattina i Carabinieri della stazione di Cicciano, coordinati dai colleghi di Nola, hanno provveduto all’esecuzione della misura cautelare emessa dal G.I.P. nei confronti dell’assessore Giovanni Marino, con delega ai servizi di Polizia Municipale, e il consigliere Teresa Covone, con delega ai servizi cimiteriali. A carico dei due vertono accuse di turbativa negli incanti, tentativo di concussione e induzione indebita nel promettere utilità.

Le indagini dell’Arma sono partite grazie alla denuncia del comandante della Polizia Municipale, che aveva dichiarato di essere stato avvicinato dai due consiglieri per fare in modo che i servizi cimiteriali venissero affidati ad una ditta caldeggiata dai due, grazie ad una gara d’appalto “falsa”, dove altre cinque ditte concorrenti facevano meramente “da comparsa”.

Inoltre, grazie all’attività d’indagine svolta dai militari, è risultato che il Marino aveva intrattenuto altri colloqui con il comandante della Polizia Municipale, suggerendo a quest’ultimo l’acquisto di materiale d’ufficio, del valore di circa 20mila euro, da un imprenditore amico, asserendo testuali parole: “…però a favorire uno che non lo conosciamo, favoriamo un amico logicamente”.

Grazie all’aggiudicazione degli appalti pubblici, l’assessore Marino riusciva a “piazzare” nelle società colluse dei dipendenti, come dimostrato dagli inquirenti, grazie alla collaborazione della società aggiudicataria dei servizi cimiteriali.

Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close