VN Cultura

Cava de' Tirreni – Per una notte la città riscopre le “magie” dell’antica Grecia

Sapori, canti, opere e scenografie tipiche della civiltà ellenica hanno rappresentato il filo conduttore della “Notte Greca”, andata in scena a Cava de’ Tirreni. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la Città di Cava de’ Tirreni, il Forum dei Giovani metelliano ed il Consorzio Cava Centro Commerciale Naturale, ha richiamato un nutrito numero di visitatori. Rappresentazioni teatrali, laboratori, poesie e canti greci hanno allietato la serata svoltasi tra la Sala Teatro “Luca Barba” ed il MARTE Mediateca.

Canti, opere teatrali, scenografie e poesie hanno costituito il mix perfetto di una notte magica, impreziosita dalle egregie performances di compagnie teatrali, gruppi musicali ed ospiti prestigiosi, che hanno fatto rivivere ai tanti visitatori accorsi gli splendori dell’antica Grecia.

«Cava de’ Tirreni ha un legame molto forte con la Grecia – ha spiegato il Sindaco Marco Galdi – Nel 1944 è stata sede del Governo provvisorio greco ed il primo vocabolario greco della storia è stato scritto proprio nella nostra città. Pertanto, per la prima edizione di un ciclo di “Notti della Cultura” che ripeteremo negli anni, abbiamo scelto questo Paese “amico” per raccontare la sua grande tradizione, il suo presente, ma anche e soprattutto il suo futuro».

La “Notte Greca” è stata patrocinata dall’Ambasciata di Grecia – Roma, dalla Fondazione Ellenica di Cultura, dalla Federazione delle Comunità – Confraternite Elleniche d’Italia, dalla Comunità Ellenica di Napoli e Campania, dal World Council of Hellenes Abroad, dal General Secretariat for Greeks Abroad, dalla Camera di Commercio di Salerno, dalla Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana e dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Cava de’ Tirreni.

Tags
Close