Politica

Casamarciano – Cava Marinelli: il PD "attacca" l'amministrazione Manzi

Nonostante  l’Amministrazione Comunale tenti  di far passare sotto silenzio la grave problematica della Cava Marinelli, aggravata dalla stipula di una nuova convenzione tutta a favore della società Marinelli , il tema , grazie anche all’interessamento della stampa locale, resta di grande attualità.

Non convince, peraltro, il tentativo del Sindaco Manzi di  richiamare improbabili altrui responsabilità, sfuggendo alle proprie.
Vero e’ che l’autorizzazione all’attività  estrattiva viene concessa dalla Regione, ma e’ vero altresì che il Comune, con la stipula della Convenzione, disciplina il rapporto con la società concessionaria.

E l’Amministrazione Comunale  di Casamarciano, nella circostanza, e’ stata del tutto INADEGUATA.
La convenzione, infatti, a nostro avviso,  nel suo contenuto e’ scarsamente tutelante delle ragioni dell’Ente.
In gioco vi e’ la salute dei cittadini e la salvaguardia del patrimonio collinare.
Lo  affermiamo da  tempo, MA NON C’E’ PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE !!
Lo ribadiamo ancora qui’, per meglio  spiegare la nostra posizione, che la citata convenzione:
– non prevede una immediata aerofotogrammetria, indispensabile per quantificare i volumi prelevati (estrazione massima consentita entro il 2019 mc. 7.100.000): a riguardo, infatti, ribadiamo la necessità di effettuare il rilievo;
– prevede che il contributo dovuto dal Gruppo Marinelli a tutto il 2009 (ovvero dal 1986 al 2009) ammonta ad € 821.261,67, , invece della somma di €. 1.322.945,74, intendendo in tal modo definita ogni pretesa del Comune riferita agli anni pregressi. Molto comodo per il Gruppo Marinelli;
– prevede che il contributo annuale, fino al 2019, dovuto dalla Edilcalcestruzzi venga determinato attraverso perizia giurata prodotta a cura e spese della medesima societa’;
– prevede, altresi’, che il contributo a conguaglio, relativo al periodo 2007 – 2009, sia stato quantificato sulla base di relazione tecnica disposta dalla Edilcalcestruzzi.

Ad oggi, peraltro, la riqualificazione ambientale della cava, unico scopo per cui è stata concessa l’autorizzazione nel 2010, non è stata ancora intrapresa.

E del recupero dei 500.000,00 €, per il quale si era dato mandato al Responsabile di Settore ? Quale attività e’ stata realmente intrapresa?

Per non parlare della famigerata sponsorizzazione, la cui proposta poteva (e, aggiungiamo: DOVEVA) essere rifiutata, facoltà e onere imposti al Comune dall’art.5 del regolamento sulle sponsorizzazioni.

Sig. Sindaco, lo riconosca! Ha commesso una grave leggerezza, per usare un eufemismo.

IN CONCLUSIONE

sulla intera questione “CAVA MARINELLI ” non  si è operato nell’interesse dei cittadini di Casamarciano, i quali lo hanno compreso perfettamente.

Tags

Articoli correlati

Close